Archivio per la categoria Batterie per trazione

Esperimento di autonomia su un percorso extra cittadino

Il post è stato spostato qui

http://eco-mobilita.blogspot.it/2012/05/esperimento-di-autonomia-su-un-percorso.html

The link has been moved here

http://eco-mobilita.blogspot.it/2012/05/esperimento-di-autonomia-su-un-percorso.html

2 commenti

Quando comprate uno scooter al “Litio” fate attenzione

Quando comprate uno scooter al “Litio” fate attenzione

Un post per consigliare chi volesse cimentarsi con un mezzo elettrico che parte da questa considerazione: non tutte le batterie al Litio sono uguali e prima di comprare uno scooter al Litio è bene sapere di quale litio si tratta.

Prima di tutto la chimica:

Gli scooter al litio solitamente montano due tipi di chimica al litio

–          Ioni di Litio

–          LIFEPO4

Le batterie agli ioni di litio sono solitamente meno performanti , hanno bassi C di scarica, scaricano continuativamente 1C con picchi da3C.

Altro problema deriva dal fatto che non durano molto in termini di giorni di calendario, sebbene ormai molte raggiungano anche 1000 cicli di carica scarica tendono a non durare molti anni, diciamo che entro 5anni anche senza usarle avranno perso un bel po’ della loro capacità.

Ho allegato una tabella da BatteryUniversity che chiarisce il concetto ed indica la perdita per questo tipo di batterie senza che vengano usate. Si intuisce che la temperatura insieme alla % di carica indice in modo drammatico sulla perdita di capacità!!

Immaginate nei mesi estivi, magari sotto il sole con batterie carica quanto possa incidere sulla longevità!!

Un caso estivo qui indicato indica la perdita annua del 35% con batteria carica al 100% e temperatura di 40° (sotto il sole). Diciamo che in un solo mese si parla del 3% che è tantissimo.

Quindi occhio alla chimica e in generale alla cura delle batterie, quando lo scooter sta fermo prediligete posti all’ombra e freschi se potete scegliere.

 

Temperatura di deposito

40% di Carica

100% di Carica

0 °C (32 °F)

2% di perdita dopo 1 anno 6% di perdita dopo 1 anno

25 °C (77 °F)

4% di perdita dopo 1 anno 20% di perdita dopo 1 anno

40 °C (104 °F)

15% di perdita dopo 1 anno 35% di perdita dopo 1 anno

60 °C (140 °F)

25% di perdita dopo 1 anno 40% di perdita dopo 3 mesi

Source: batteryuniversity.com

 

 

 

 

 

 

 

Passiamo alle LIFEPO4

I vantaggi rispetto alle LITIO Ioni

Sono certamente piu’ performanti e longeve, ci sono utenti di alcuni forum che vantano 2 anni di utilizzo senza rilevare perdite di capacità, che non è affatto, male.  Certo non c’e’ ancora un numero sufficiente di esperienze per capire quanto possono durare, ma si tende a stimare almeno 10anni.

Soffrono meno il freddo, molte lavorano in scarica a temperature intorno ai -25°, ma bisogna fare attenzione alla fase di carica, non tutte accettano di essere caricate a temperature inferiori allo zero. Solitamente , quando fa freddo conviene metterle sotto carica immediatamente sfruttando il fatto che l’utilizzo permette alle celle di scaldarsi portandole ad una temperatura che che consente la carica.

Ci sono molte marche che hanno performance abbastanza variegate, provo ad elencarne alcune

Winston (Ex Thundersky) , le monto sul mio scooter, hanno 3C di scarica continuativa. Sono prismatiche quindi molto comode da montare

Sky Energy – Calb,  scaricano 4c continuativi, anch’esse prismatiche , sono molto utilizzate da chi converte auto in elettrico.

Headway -> Scaricano 10C continuativi (secondo il datasheet), sono cilindriche e molto usate  su bici , ma anche moto e auto. La dimensione max delle celle è di soli 16AH per cui se usate su auto occorre montarne una quantità esagerata rendendole scomode, ma bisogna dire che hanno ottime caratteristiche.

A123-> Scaricano 30C continuativi e si puo’ dire che da un punto di vista durata e performance sono le migliori al momento. Anche il loro prezzo è sceso al punto che sono diventate competitive con le precedenti, prima costavano il doppio, adesso parliamo di differenze nell’ordine del 20/30%. Il formato piu’ grande è da 20AH a sacchetto (pouch cell) , sono piuttosto scomode da montare, ma occupano poco spazio e sono piu’ leggere rispetto ai competitor precedenti.

, , ,

2 commenti

Lo scooter adesso ha ripreso a funzionare bene!!!

Questo post fa seguito a quello scritto qualche gg fa, scrivevo del problema legato al BMS, quell’aggeggio infermale (scherzo in realtà fino ad oggi ha fatto il suo lavoro onestamente) aveva un paio di contatti che dopo molti chilometri e molte buche si erano allentati.

Cosa succedeva?

Credo questo:il BMS perdeva la connessione e poi la recuperava, in questa “andata e ritorno” partivano scariche che eccedevano il suo massimo consentito ,scariche che dovevano ricaricare i condensatori del circuito di potenza, quando questo succede il BMS lo individua come un corto e passa in protezione staccando la massa.

Una volta che questo BMS va in protezione da corto circuito, l’unico modo per farlo ripartire è sganciarlo dalla massa per un pochi secs e poi riconnetterlo, a quel punto tutto risolve.

2 gg fa sono stati rifatti i contatti al BMS e fino ad oggi il problema non si è piu’ ripresentato, quindi direi che siamo a posto. Purtroppo allentamento dei contatti o ossidazione sono un problema che mi affligge da qualche mese, tempo fa avevo avuto un problema simile ma su una cella, dalla ispezione che è stata progettata per misurare le tensioni di ogni singolo elemento del pacco batteria c’erano 2 celle che sembrava avessero problemi,scendevano troppo di voltaggio quando sotto sforzo. Controllandole direttamente sulle batterie (escludendo quindi la mia ispezione) ho notato che non avevano nessun problema, infatti si trattava di contatti ossidati che impedivano una corretta misurazione.

Per evitare che nel breve succeda ancora ho usato uno spray apposito che eviti che l’ossido si possa riformare, ma temo che un po’ di manutenzione di questo tipo ogni tanto la si debba mettere in conto.

Comunque tutto è bene quel che finisce bene a presto per la prossima puntata

4 commenti

Impariamo a leggere un datasheet di una batteria al piombo

Il post è stato spostato qui

http://eco-mobilita.blogspot.it/2012/03/impariamo-leggere-un-datasheet-di-una.html

The link has been moved here

http://eco-mobilita.blogspot.it/2012/03/impariamo-leggere-un-datasheet-di-una.html

, , ,

3 commenti

Oggi festeggio 14.000 Km

Oggi sono particolarmente contento perche’ festeggio i miei primi 14.000 Km fatti interamente in elettrico, non ho consumato una goccia di benzina!!

Con i prezzi di oggi oltre agli effetti ecologici della cosa iniziano a sentirsi anche quelli economici , in positivo naturalmente.

So che qualcuno potrebbe pensare che non è vero, quindi allego una foto a titolo dimostrativo:-)

Le batterie al Litio Ferro (sostituite a 7.400Km) hanno quasi festeggiato un anno ed hanno percorso 6.600Km in 10mesi circa. Le batterie LIFE si stanno comportando davvero bene, non noto alcun calo di prestazione ne di autonomia, continuo a tenere le dita incrociate, ma sono molto ottimista sulla loro resistenza..

Al prossimo aggiornamento

Image

, , ,

1 Commento

Longevità batterie LIFEPO4

Tempo fa ho letto un articolo che mi ha molto rincuorato rispetto alla scelta di aver convertito a litio (LIFEPO4) il mio scooter.

Ho cercato su molti siti le esperienze “real life” di qualcuno che le usasse ed avesse una percorrenza oltre i 25.000Km, ma non ho trovato molto, poi mi sono imbattuto in questo articolo e mi sono sentito subito meglio.

Se è vero direi che magari il mio scooter crollerà in 1000 pezzi, ma le batterie saranno ancora li’ a funzionare alla grande, d’altronde quando mai arrivero’ con quell’affare a fare 300.000 MIGLIA!!!!

Ecco l’articolo e gioite se avete delle celle LIFEPO4 (ma usate nel modo corretto, altrimenti questi numeri ve li scordate)

http://www.lifepo4-info.com/smith-ev-finds-after-10-years-3000-cycles-lifepo4-batteries-retain-80-percent-capacity/

Lascia un commento

Consiglio: informatevi sulle batterie

Chiunque voglia iniziare a cimentarsi nell’utilizzo di mezzi elettrici non può non accedere a questo link

http://batteryuniversity.com/

Si tratta di un sito bene organizzato e che riporta informazioni molto utili sulla cura delle batterie. Loro sono il cuore del vostro mezzo elettrico e non potete non sapere come trattarle. La cura influisce pesantemente sulla loro longevità.

Sapevate ad esempio che le batterie al Piombo adorano stare belle cariche, mentre le ioni di litio  non lo gradiscono affatto quando fa caldo?

Torneremo sull’argomento con qualche consiglio utile su come fare durare quelle al piombo, che sono tra quelle che durano meno, ma anche le piu’ economiche in termini di AH/costo. Se poi fate i conti in termini di KM/costo, e questo parametro dipende dalla longevità, scoprirete che non sono cosi’ economiche.

Lascia un commento